venerdì 15 gennaio 2016

la sedia vuota



Resto a guardare la seggiola vuota
delle tue assenze, mancanze, silenzi.
Non sento nulla.

La tensione mi assale
quando volgi il viso verso di me.
Un attimo ci scrutiamo di uno sguardo spento.

Mi fissi ma non mi trovi
e anche la mia sedia è vuota
ma carica di assenze, mancanze e silenzi.

Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...