domenica 26 aprile 2015

Il pianto della Libertà

La libertà piange
ferita, umiliata
colpita nel cuore.
La bocca serrata.
La matita bloccata.
Gli ideali censurati.

La liberta piange
nel labirinto fasullo
di un dio numeratore.

La liberta piange
di fronte al cibo negato,
a un bambino immolato,
a un ammasso di carne umana.

La libertà piange
per un ideale tradito,
il passato frantumato,
e l'oscurantismo superbo.

La libertà piange

celebrata
nella retorica del nulla.

La libertà piange
per un libro bruciato
e un lavoro rubato.

La libertà piange
se la speranza
timorosa si nasconde,
e il mondo si accascia.

la libertà piange
schiava
di ideologie esasperate,
parole spente
ancor prima di essere pronunciate.
                                                             

Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...