giovedì 3 luglio 2014

cinguettio di primavera

Cinguettii inconsapevoli
di una primavera d’alba,
in una verde rugiada
di fiore.

Nuova creatura di sole,
nel verde dell’erba novella
di forti colori, 
che saranno i frutti del poi.

Non esiste freddo, tempesta, ghiaccio.
Non sussurra il vento 
e la nebbia 
con presagi nefasti.

Cinguettii di canti d’amore,
di gioia di vita…
Mentre il verde ti riempie il cuore
di primavera che è annuncio di grazia.

Ritorni al tuo nido
e nel tuo piccolo cuore
smarrita  la noia d’inverno
ti avvolge di dolce tepore

la vita che nasce,
il sole che scalda,
la natura che riveste
imperiosa il tuo mondo

farfalla di vita,
dolcemente ti lasci cullare
dal sole ruffiano e non pensi…
che solo  un attimo prima
era inverno.




Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...