venerdì 28 marzo 2014

Vorrei persi







Vorrei capire il cielo,
come distribuisce i suoi doni...

Vorrei scuotere le nuvole
perché non riversino tempeste
sempre sulle stesse e martoriate terre...

Vorrei tagliare le ali agli angeli
e donarle ai dimenticati...

Vorrei poter amplificare
la voce di un piccolo uomo

Ma...


E mentre io mi perdo nei miei vorrei...

L'emozione mi serra la gola
e comprendo che non c'è forza
più potente della tua,

che non hai rancore
nei confronti di una vita ingiusta,

e ancora oggi...
guardi tua figlia
con gli stessi occhi di quando era una bambina.






Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...