martedì 11 marzo 2014

Vecchiaia

Non ha colore la vita
nell'ultima sua fase.

non ha vecchi
di sorrisi sdentati,
di bastoni
senza dolore alle anche.

Non ridonda
di sagge parole,
consigli d'esperienza
privi di tracotanza 
regalate a menti ingenue.

Non è un quadro
a colori tenui
dipinto su tela.

Non è tempo
di bambini accovacciati
ai piedi di un dondolo,
che dolcemente oscilla.

Triste, malinconica
è la fine de viaggio.
Opaco, confuso appare il passato.

Parole rabbiose,
incattivite
dalla consapevolezza
che la vita se ne va

e quella che resta
è dolore e affanno.

Tetro il presente.
Ti specchi,
non ti riconosci.

Antico trascorso,
assemblato di ricordi ormai sterili,
che non rallegrano il pensiero.

Ti osservo
stanca, triste e rassegnata.

Mi guardi,
e pur senza parole
stai stancamente gridando:
" Questo è ciò che rimarrà anche di te!"

Uomini stanchi,
corriamo
verso il traguardo del nulla...


Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...