domenica 10 marzo 2013

sole



Notte di sogni e tristi amanti
sonnambuli lievi e nascosti.
Ombre di lampioni scintillanti,
dai più  arditi letti ai più casti.


Lieve si accende la speranza
e lucciole radiose come fari,
accendono la notte nella stanza.


Nel buio si fondano pensieri
le anime, i corpi, le parole
lasciando l'oscurità di ieri
al sorgere di un nuovo sole.







Nessun commento:

Posta un commento

Fata

Fata del nulla in un oblio intellettuale, schiava di un tempo che ti fa il verso e non riesce a fermare il tuo continuo vacillare. Sei specc...