mercoledì 20 febbraio 2013

Entra in me...


Entra in me.

Non fermarti all'ingresso, avventurati nelle stanze. 

Cammina per gli stretti e bui corridoi,
lasciando che sia l'eco del mio cuore a guidarti.

Soffermati sulle pareti....
Nella penombra leggimi, senza filtri o interpretazioni.

Troverai grandi quadri a tinte fosche, che ti lasceranno perplesso...
e affreschi luminosi, figli dell'aurora sul mare.

Entrerai in stanze arredate elegantemente,
con drappeggi e tende di velluto, 
in cui soave regna l'armonia.

Esci...

Incrocerai una stanza buia, in cui è il vuoto ingombrante a colmare lo spazio.
Non lasciarti intimorire dall'oscurità.
E' la stanza dei pensieri,
delle idee e progetti mai realizzati che hanno perso i contorni,
per camuffarsi in fantasmi di piombo.

Riprendi il tuo cammino. 

Scoprirai  lucernari accesi,
e cera di candele.

Entra in me per comprendermi. Poi spiega a me chi sono io.

Avanza lentamente...

Sentirai un battito.
Apri la porticina: ti condurrà al mio cuore.
Ascolta il suono...
Lì, nasce la mia anima.

Esci dalla stanzetta e accosta l'uscio...

Il battito della mia essenza, ti guiderà sempre più in profondità.

Ti bagnerai i piedi in un torrente d'acqua salata: lacrime dei miei dolori, disfatte e perdite.

Non meravigliarti se è profondo. Non temere...
La palpitazione ti indirizzerà verso una scala a pioli.

Sali, saldo al corrimano: se nasce un pensiero, il suo vagito ti potrebbe far vacillare....

Ora fermati.
Osserva gli ingranaggi.
Alcuni sono arrugginiti dal tempo,
ma altri, governati da un motore in piena attività.

E' li' che siede,
accanto a problemi irrisolti
ed equazioni apparentemente impossibili,
la volontà di scoprire e reagire...

Ancora qualche passo...
e t'inoltri nella biblioteca del mio ego.

Volumi, enciclopedie e libricini in cui c'è tutto ciò che ho letto, scritto, pensato e realizzato ...
Gli scaffali vuoti, quelli che ancora spero di riempire...

Ora discendi le scale lievemente,
e non  sorprenderti se il torrentello ha mutato percorso... 
I fallimenti e i cattivi pensieri non scorrono sempre in superficie, ma talvolta s'incanalano, ed emerge la luce....

Tu cammina dentro di me...

Boom boom...Segui il battito e il suo ritmo.

Posa una mano sul tuo petto;
se il tuo cuore sarà unisono con il mio,
sei veramente entrato in me...


Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...