mercoledì 8 agosto 2012

No!

Frastornata e incenerita,
mi perdo su frastagliati pensieri altrui.
Ma è così che mi voglio?
Pedina, bullone di fortuna, ripescaggio tormentato?

No!
no a chi mi vuol cambiare, plasmare, ridurre, rivoltare.

No!
alle condizioni convenzionate,
ai cuori ciarlatani,
alle menti limitate.

No!
a chi scheda l'animo,
e scadenza il futuro

No!
a chi calpesta la poesia,
e rende la banalità padrona del mondo.

No!

a chi non sa amare e accettare l'altro
denigrando se stesso,

No!
a chi schiaccia la sensibilità
e duramente
colpisce con ascia di guerra l'animo di Dio.

Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...