sabato 24 settembre 2011

l'albero







Si abbatte devastante come un fulmine, ti brucia, ti lacera ti rende cenere e poi pian piano ti porta a rinascere. 


Nel buio più totale è abbagliante come una saetta e misterioso come la forza di un uragano e mentre pian piano la cenere diventa speranza, mentre il buio diventa aurora, l'albero sradicato riprende vita...e sarà nuovamente preda di temporali, di eventi incontrollabili ma non ha più paura ora, perchè ormai sa che anche dalla terra più arida può tornare a germogliare una rosa....

Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...