giovedì 2 giugno 2011

come penso...pensi un dittatore

leaders illuminato di un paese che nel sangue sta cercando di trovare la sua dignità...


Ho tutto, ho dato tutto al mio paese...la libertà da una monarchia senza futuro. 
Ho diretto, ho deciso ed ho indirizzato un popolo che altro non era che in balia degli eventi...
Gente senza dimora, colonia di un paese che mi ha onorato per il mio potere. Un paese che ho aiutato a non crollare...ma che ora ingrato se lo dimentica.


Ora vengo criminalizzato e cercato e come un topo devo nascondermi in una tana, perchè dei paesi colonizzatori mi colpiscono alle spalle nella loro lurida freddezza  puntando solo alla ricchezza del mio sottosuolo.


Ingrati!


E non è la loro stima che voglio, occidentali senza Dio, che mi sono servili fino al punto di baciarmi come è dovuto le mani per poi, serpi!  bombardarmi. Luridi! Incapaci......spinta per l'ingrato popolo che ho condotto e guidato sempre dall'alto della mia enorme liberalità...malgrado non meritasse altro che giogo e catene.


 Bombardo e castigo perchè sono immensamente buono e non m'importa nulla del mio potere...perchè anche nel nulla io sono potente. 
A me interessa la mia gente, illusi visionari di una democrazia che non meritano perchè senza un capo sono sono un immondiziaio di ignoranza. Corrotti e corruttibili schiavi dell'occidente....devo fare piazza pulita per loro....per dare a queste bestie senza cultura, senza dignità la pulizia che questa terra merita....la mia terra. 
Non creo odio e se creo morte lo faccio per dare vita e libertà. 
Uccido i ribelli perchè portano alla distruzione di ciò che io ho creato per loro. Poco importa se stermino bambini che altro non sono che un seme marcio di ciò che sono ora i loro padri. Io discendo da Dio e se loro non lo capiscano meritano di essere cancellati. 
Non c'è Dio, non c'è terra, non c'è onore quando il capo della libertà non viene riconosciuto. Non c'è pace quando non c'è rispetto per chi rappresenta il paese e non c'è più paese quando il popolo disonorando Dio si ribella al potere che questo ha dato all'uomo. 
 Dal mio covo segreto vedo la morte intorno e sorrido...sorrido al pensiero di ciò che ho creato per questi servi dell'occidente. 
E' un sorriso amaro di fronte all'arroganza di chi si fa soggiogare dal sogno di una democrazia non sa gestire.  Mentre mi nascondo, non per paura sia chiaro, ma per potere dare una speranza a questi stupidi incapaci che senza il loro re finiranno nelle mani di chi punta solo alla ricchezza, guardo il mio popolo morire. 
Mi guardo bombardare il mio paese, guardo il mare mediterraneo bruciare e...lentamente penso all'oro che ho nei paesi che fingono di combattermi solo perchè io altro non sono che il potere che mi è dato direttamente da Dio per il semplice fatto che lui in questo caso non saprebbe come sconfiggere la rivolta dei sanguinari, ed ha bisogno di me e io distruggo per sua vece perchè neanche lui ha il mio coraggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...