giovedì 10 marzo 2011

Spegni il passato

          
in mezzo a tutto questo rumore, fermati e ascolta...non senti altro che il sibilo del telefonino , le varie melodie del suono dei cellulari, tutta l'energia persa nei rapporti non reali...
Spegni il presente e ascolta... risa di bambini che giocavano in un cortile e ora bambini in cattività, chiusi nei loro appartamenti perchè il lupo non esiste più nella favola ormai demodè di cappuccetto rosso, ma è fuori da casa nostra..

Spegni il presente e vedi un luccichio di fatina, lucciola che illuminava le tue serate come una corolla di fatine danzanti....

Spegni il presente e rivedi ragazzi ballare al suono di uno stereo, senti lontanamente la voce di un'amica che scriveva su un foglio di carta un segreto...e un amico che per conoscerti ti stringeva la mano...

Spegni il presente e torna nel mondo in cui gli amori iniziavano con uno sguardo e finivano con una lacrima, quando tutto era vissuto realmente e non on line.

Spegni il presente e torna a quando i segreti passavano di orecchio in orecchio e non venivano racchiusi in una rete, a quando il bacio aveva il sapore del bacio e l'amore per farlo bisognava ad essere in due...
Spegni il presente e ricercando un pò di passato forse  riuscirai a portare un pò di realtà nel futuro...          

1 commento:

  1. Bambini spensierati che si divertivano con nulla....schiamazzi e risate di tanti bimbi felici e genitori con molte meno preoccupazioni!

    RispondiElimina

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...