domenica 6 marzo 2011

La mia luna...



Sulla luna accadono le cose più strane, impensabili....chi l'ha detto che sulla luna non c'è vita?
La luna è popolata da tutti i sogni che l'essere umano ha da sempre fatto.

 Pianeta lontano, ma poi non così tanto, osservato all'inizio dei tempi da un uomo inesperto e considerato di certo il paradiso stesso, guardato dai più come un misterioso mondo fatto di roccia ...

desiderato dai potenti quelli che possono comprare tutto, anelato durante le guerre dalla gente, che guarda la luna e immagina al silenzio che c'è lassù mentre qua ci si deve coprire occhi ed orecchi ...
Amata dalle donne, che fissando la luna emettono sospiri, illuse che magari nell'altra parte della città ci sia qualcuno a fissare la luna e a sospirare, luna messaggera di tante storie d'amore ...

appuntamenti sulla luna, che rimangono dolci pensieri, in quanto le storie d'amore vissute nel mondo lunare non hanno il potere di fare male, ferire...

Luna cantata dai poeti, che guardandola cercano di elevare più in alto la propria ispirazione, luna sognata dai bambini, lontana..lontana....irraggiungibile.

 Luna conquistata per un attimo in cui il mondo si è fermato a fissarla.
Luna a volte bianca e rotonda che pare sorridere clemente, luna a quarti che beffarda nasconde il meglio di sé, luna rossa...quando incantato, un sole innamorato la illumina....

Luna di ghiaccio ogni volta che austera si nasconde e lascia il mondo a sospirarla, luna triste quando fissando la terra vede un pianeta così lontano
.
 Luna stanca e afflitta che constatando la miseria umana è felice di essere luna...

Luna che ti fa sentire un puntino, luna di cera, scivolosa, quando piccole gocce d'acqua di  luna si staccano pian piano...
lacrime ...
Luna che piange quando osservando la terra, vede odio lacerazione e morte, vede un bimbo che muore, un malato che non può curarsi, piange ogni volta che vede indifferenza, luna che fissa stranita le ricchezze degli amministratori di Dio chiedendosi come possa esserci anche solo un uomo che muore di fame mentre chi predica amore e fratellanza potrebbe sfamare il pianeta...

luna che vede il mare violato, la terra bruciata.
 La luna sorge di notte perché non può riposare...non riesce a sentire la dolce melodia che la terra dovrebbe trasmettere, ma solo odio, rabbia e disperazione; 

E' da sempre cosi' da quando ha iniziato ad osservare la terra. Sorelle lontane, nello stesso universo...e se chi fissa la luna sente il cuore riempirsi di pace e di sogni..
.
la luna fissando la terra, troppo spesso abbassa gli occhi ...continuando la sua veglia forzata in eterno.


2 commenti:

  1. LUNA ROSSA

    Vian - De Crescenzo

    Vaco distrattamente abbandunato...
    Ll'uocchie sott''o cappiello annascunnute,
    mane 'int''a sacca e bávero aizato...
    Vaco siscanno ê stelle ca só' asciute...

    Fischio.........................

    E 'a luna rossa mme parla 'e te,
    Io lle domando si aspiette a me,
    e mme risponne: "Si 'o vvuó' sapé,
    ccá nun ce sta nisciuna..."
    E i' chiammo 'o nomme pe' te vedé,
    ma, tutt''a gente ca parla 'e te,
    risponne: "E' tarde che vuó' sapé?!
    Ccá nun ce sta nisciuna!..."

    Luna rossa,
    chi mme sarrá sincera?
    Luna rossa,
    se n'è ghiuta ll'ata sera
    senza mme vedé...

    E io dico ancora ch'aspetta a me,
    for''o barcone stanott'ê ttre,
    e prega 'e Sante pe' mme vedé...
    Ma nun ce sta nisciuna...

    Mille e cchiù appuntamente aggio tenuto...
    Tante e cchiù sigarette aggio appicciato...
    Tanta tazze 'e café mme só' bevuto...
    Mille vucchelle amare aggio vasato....

    Fischio.........................

    E 'a luna rossa mme parla 'e te,
    ...................................................

    RispondiElimina
  2. E brava Chiara non potevi esprimerti meglio.....profonda, sensibile e piena d'umanita', ormai quasi estinta!

    RispondiElimina

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...