sabato 12 febbraio 2011

il non compleanno



La povera Italia festeggia il non compleanno, strano termine per una repubblica che dovrebbe anagraficamente compiere 150 anni....Ma non tutti sono d'accordo, uomini del governo che ritengono che non si può sospendere l'attività lavorativa per un giorno (singolare detto da loro),  chi non si sente Italiano, chi non vuole festeggiare quei delinquenti dei mille e sente un brivido al solo sentire nominare Garibaldi. Uno stato come  il nostro, pronto a festeggiare di tutto...scuole chiuse per carnevale, befana (e non intendo l'arrivo dei re magi ma proprio della befana ) e l 'americana Halloween, non i Santi come la nostra tradizione vuole ma streghe, zombie, fantasmi...Una giornata, per pensare che il nostro stato è uscito da 150 anni di unione, dura ...ma pur sempre unione, in un momento storico in cui tutto il bacino del mediterraneo trema, in cui anche noi barcolliamo in una barca fatta di festini e non politici, il compleanno della nostra repubblica forse non va festeggiato. . Ma del resto ci sono ottime ragioni per non farlo. Un sindaco che si chiama Louis Durnwalder non sente amore per questa repubblica ma piuttosto l'amarezza per essere stato staccato dall'Austria....Sono passati anni ormai, tale sindaco non era ancora nato probabilmente...ma si sente austriaco, ancora parte del Regno Austro Ungarico e non vede certo di buon occhio non solo Garibaldi ma soprattutto Alcide De Gasperi  che per un accordo italo tedesco ridiede Bolzano all'Italia, quindi solo a sentire nominare l'Italia si innervosisce perchè vive in Italia, ha carta  d'identità italiana ma un nome austriaco, radici austriache, parla austriaco ed è italiano ( che disonore), quindi non ha da festeggiare nulla. Poi abbiamo anche la fiera lega lombarda che rifacendosi ad Alberto da Giussano che sconfisse il barbarossa alla fine del 1100, ritiene che nasca allora la loro patria, la fiera Lega con i suoi ministri, le sue divise verdi gli slogan illuminati del loro leader, con la speranza di riuscire finalmente a ridividere questo paese..anche perchè essere considerati parte di una nazione in cui c'è Napoli, la Campania tutta....proprio non ce la fa. Ma scherziamo la fiera Lega lombarda paragonata al paese dove c'è il sole, la delinquenza, la voglia di non fare nulla???? no no.
Anche il Veneto ha un problema, come fa a festeggiare i 150 anni dell'Italia se è stato annesso alla repubblica nel 1866 e non nel 1861?, quindi vorrebbe ma non può, davvero non può....Ricordiamo che ci sono anche i buoni che per ragioni morali non ritengono sia il caso ...Garibaldi era feroce, i mille erano galeotti, delinquenti che hanno conquistato e unito il paese ammazzando, saccheggiando..quindi come fanno a festeggiare? vorrebbero ma non possono...comprensibilissimo.
Quindi probabilmente il nostro Stivale non farà il compleanno ufficiale o se lo farà lo farà in sordina...e in questo momento in cui l'Italia avrebbe il dovere di unirsi stretta per tornare a vivere, la bandiera viene bruciata da dei dementi, e il nostro inno sbeffeggiato. Bene,bene, anzi malissimo. Siamo un popolo che è solo Italiano quando la nazionale di calcio vince (cioè una volta ogni 30 anni), un popolo che in realtà non è mai stato unito davvero, un popolo che si fa guidare da dei caproni ma l'importante è che la domenica ci sia la partita allo stadio o in diretta sky. Io il 17 marzo invece racconterò a mia figlia che nel 1861 è nata la nostra repubblica, che uomini eroici sono riusciti ad unirla in un unico stato, che è una terra democratica, le insegnerò che il tricolore è un grande valore perchè rappresenta tutti noi ,anche lei...le dirò che senza patria non si ha passato, senza passato non si ha radici e senza radici non si è nulla....

2 commenti:

  1. Beh difficile commentare... hai detto davvero tutto tu ...
    E' un piacere leggerti:ironica, profonda, attenta all'attualità...
    Continua così Chiara... e sull'argomento specifico come sai la penso esattamente come te...
    Sono altri i veri problemi ( a destra e a sinistra sia chiaro eh )...
    Un sorriso

    RispondiElimina

Oggi

Stanca primavera senza luce né ombre, rispecchi la mente malata di una società liquida ormai alla deriva. Le azioni hanno lasciato il po...